La meditazione è il paradiso

La meditazione è uno stato naturale dell’essere, uno stato che abbiamo perduto. Essa è un paradiso perduto… ma il paradiso può essre riconquistato! Guarda negli occhi dei bambini, guarda, e ci vedrai un silenzio e un’innocenza straordinari. Ogni bambino nasce in uno stato meditativo, ma poi bisogna iniziarlo alla società e ai suoi modi; bisogna insegnargli come pensare, come correre, come ragionare, come discutere; bisogna insegnargli parole, linguaggi, concetti. E piano piano egli perde il contatto con la sua innocenza. Viene contaminato e inquinato dalla società. Diventa un efficiente meccanismo, non è più un essere umano.
C’è solo bisogno di conquistare ancora una volta quello stato. L’hai conoscuto in passato per cui quando incontri per la prima volta la meditazione, ti stupisci – perché hai la sensazione fortissima di averla già conosciuta, ma l’hai dimenticata. Il diamante si è perso sotto mucchi di spazzatura. Ma se riesci a eliminarli troverai di nuovo il diamante – esso è tuo.
Non lo si può perdere davvero, si può solo dimenticare. Noi nasciamo in stato meditativo, poi impariamo le vie della mente. Ma la nostra vera natura rimane nascosta da qualche parte nel profondo di noi stessi, come una corrente sotterranea. Un giorno, basta scavare un po’… e troveremo la sorgente, acqua fresca che sgorga ancora dalla sorgente. E trovarla è la gioia più grande della vita.

Osho {Tratto dal libro: Che cos’è la meditazione}

Annunci