L’amore deve essere appreso

L’amore deve essere appreso: è la più grande arte che esista, non siete nati dotati di quest’arte, non ha nulla a che vedere con la vostra nascita.
Dovrete impararla: è l’arte più sofisticata. Se siete a una festa da ballo e qualcuno vi invita, voi rispondete di non saper ballare, non vi limitate a saltar su e mettervi a ballare, pretendendo che gli altri pensino che siete ottimi ballerini. Dimostrerete solo di essere dei buffoni, non proverete a voi stessi di essere grandi danzatori.
Dovrete imparare la grazia del ballo, il movimento, dovrete allenare il corpo.
Non inizierete a dipingere solo perché avete a disposizione una tela, un pennello e dei colori. Non vi direte: «Ho tutto il necessario e ora posso dipingere». Potrete farlo, ma in quel modo non sarete un pittore.
Incontrate una donna – la tela è a disposizione. Subito diventate un amante – iniziate a dipingere. E la donna dipingerà su di voi. Naturalmente entrambi dimostrerete di essere sciocchi – due sciocchi dipinti – e prima o poi capirete cosa sta accadendo, ma non penserete mai che amare sia un’arte. Voi non siete nati dotati di quest’arte, non ha nulla a che vedere con la vostra nascita.
Dovrete impararla: è l’arte più sofisticata. Siete nati solo con una capacità. Certo siete nati con un corpo: potrete diventare ballerini perché avete un corpo. Potete muovere il vostro corpo e potete diventare ballerini, ma il danzare dev’essere appreso, e con molto sforzo.
L’amore è molto più difficile: è danzare con qualcun altro. È necessario l’altro anche per conoscere cosa sia la danza. Adattarsi a qualcun altro è una grande arte; creare un’armonia tra due persone… due persone significano due mondi diversi. Quando due mondi si avvicinano è inevitabile che si scontrino, se non sapete come creare armonia.
L’amore è armonia. E la felicità, il benessere e l’armonia fioriscono solo dall’amore. Imparate ad amare. Non abbiate fretta per il matrimonio, imparate ad amare. Diventate prima grandi amanti. E qual è il requisito? Un grande amante è sempre pronto a dare amore e non gli interessa che venga ricambiato o meno.
È come andare in montagna e cantare una canzone: la valle vi risponderà. Avete mai sentito l’eco in montagna o in una valle? Gridate e la valle grida, cantate e la montagna canta. Ogni cuore è una valle: se vi riversate amore, risponderà.
La prima lezione d’amore è non chiedere amore, ma dare semplicemente. Diventa un donatore. Ma le persone fanno esattamente l’opposto. Anche quando donano, lo fanno solo con l’idea che l’amore dovrebbe ritornare, è un commercio. Non condividono, non condividono in libertà, ma con una condizione. Con la coda dell’occhio osservano se c’è un ritorno oppure no. Persone molto misere… non conoscono come l’amore funzioni naturalmente. Limitati a riversarlo, ritornerà. E se non è ricambiato non c’è da preoccuparsi,  un amante sa che amare significa essere felice. Se arriva, bene; in questo caso la felicità sarà moltiplicata. Ma anche se non è mai ricambiato, nell’atto stesso di amare diventi così felice, così estatico che non ti interessa essere ricambiato.
L’amore ha una felicità intrinseca: accade quando amate. Non è necessario attendere il risultato: inizia ad amare e pian piano vedrai che una quantità d’amore sempre più grande ritornerà a te. Si ama e solo amando si arriva a conoscere cos’è l’amore; così come si impara a nuotare solo nuotando, amando si ama. Ma le persone sono molto avide: attendono il grande amore per amare e rimangono chiuse, si rattrappiscono in se stesse. Sono in attesa.
Un bel giorno arriverà Cleopatra e allora riapriranno il loro cuore, ma quando sarà il momento, avranno completamente dimenticato come aprirlo. Due persone infelici separatamente, quando si uniscono creano una maggiore infelicità l’una per l’altra, è matematico. Tu eri infelice, tua moglie era infelice ed entrambi sperate che, unendovi, potrete essere felici? Ma è matematica elementare, come due più due fa quattro. Non è un’equazione superiore, è qualcosa di elementare, che si può contare sulle dita. Sarete infelici entrambi. Non perdete nessuna occasione per amare. Persino camminando per strada puoi essere amorevole, con un mendicante puoi essere amorevole. Non è necessario che tu gli dia qualcosa, almeno sorridi; non costa nulla, ma il tuo sorriso ti aprirà il cuore, lo renderà vivo.
Tieni la mano o abbraccia qualcuno: un amico o un estraneo. Non aspettare di amare solo quando comparirà la persona giusta perché, così facendo, la persona giusta non arriverà mai. Continua ad amare. Più amerai e più avrai la possibilità che la persona giusta arrivi, perché il tuo cuore inizia a fiorire e, un cuore che sboccia, attrarrà molte api, molti amanti.
Ti sei allenato nel modo sbagliato. Per prima cosa ognuno vive con l’idea sbagliata di essere già un amante. Per il fatto di essere nato, pensi di essere un amante. Non è così facile. Certo, ne hai la potenzialità, ma deve essere allenata, dovrà seguire una disciplina. Esiste il seme ma dovrà sbocciare. Se continuerai a portare in te solo il seme, mai nessun’ape si fermerà. Hai mai visto un’ape fermarsi su un seme? Non sanno che i semi si trasformeranno in fiori? Le api arrivano quando i fiori sono sbocciati.
Diventa un fiore, non rimanere un seme.

Osho {Dal libro: La Disciplina della Trascendenza}

Annunci