Chi sei?

Questa domanda è stata fatta per migliaia di anni, e ha aiutato migliaia di persone a scoprire se stesse, ma nessuno ha mai trovato una risposta, perché l'essere di ognuno di noi è un mistero. Puoi interrogarti in merito, puoi sperimentare il mistero, ma non è possibile dare una risposta, in quanto la risposta uccide… Continue reading Chi sei?

Annunci

Il Testimone

 Quando la consapevolezza è vuota di pensieri giungete alla verità.   Il velo dei vostri pensieri non vi permette di essere un testimone. I vostri pensieri lo rendono impossibile. Ma quando lasciate cadere i pensieri, quando vi separate dai vostri pensieri, allora diventate testimoni. L'assenza dei pensieri vi rende testimoni. E mentre vi dico di… Continue reading Il Testimone

Osho: L’illuminazione #1

"Fortunato l’uomo che ha trovato un Maestro"   Quando entri per la prima volta nel mondo della nonmente, assomiglia alla follia, la buia notte dell’anima, la folle notte dell’anima. Tutte le religioni hanno visto questa realtà; perciò tutte insistono nel dire di trovare un Maestro, prima di accedere al mondo della nonmente: egli ti aiuterà,… Continue reading Osho: L’illuminazione #1

La via del silenzio

“In sua presenza, il silenzio è il dono delle lingue.”   Quello è l'unico linguaggio che Dio comprende: il silenzio. Egli non comprende il sanscrito, sebbene gli hindu lo ritengano deva-vani, il linguaggio di Dio. Né comprende l'arabo, non importa ciò che credono i musulmani. E non comprende l'ebraico, malgrado ciò che rivendicano gli ebrei.… Continue reading La via del silenzio

La visione della non mente

Una volta, un uomo sputò in faccia a Buddha. Buddha si pulì il volto con la mano e chiese all’uomo: «Hai qualcos’altro da dire?» I suoi discepoli si sentirono urtati ed erano molto incolleriti. Il decano dei suoi discepoli, Ananda, gli disse: «Questo è troppo! Non possiamo fare niente, perché tu sei presente. Altrimenti avremmo… Continue reading La visione della non mente

Osservatore interiore… o spettatore

Ci dici continuamente di “essere un testimone, un osservatore”, di tutto quello che facciamo, pensiamo e sentiamo. Ma può una coscienza che è testimone cantare davvero, danzare e gustare la vita? La mente deve fare queste domande, prima o dopo perché la mente ha molta paura che tu diventi un testimone. Perché la mente ha… Continue reading Osservatore interiore… o spettatore

Il vuoto e una grande risata

Si tramanda una bellissima storia buddhista. In una città arrivò improvvisamente, dal nulla, una splendida ragazza. Nessuno sapeva da dove venisse, le sue origini erano completamente sconosciute. Ma era così bella e incantevole che nessuno si preoccupò della sua provenienza. Tutta la città si riunì, e ogni giovane – erano circa trecento – volle sposare… Continue reading Il vuoto e una grande risata

Sei davvero consapevole?

Hank stava canticchiando e fischiettando mentre cavalcava nella prateria, quando all'improvviso il suo cavallo si impennò, fermandosi di scatto di fronte a un serpente enorme. Il cowboy estrasse la pistola e stava per sparare all'animale, quando il serpente gridò: «Non sparare! Se mi risparmi, posso esaudire tre desideri a tua scelta!». «Va bene» rispose Hank,… Continue reading Sei davvero consapevole?

Muoversi nell’innocenza

La meditazione è una cosa tra le più straordinarie. Non conoscerla vuol dire essere come un cieco in un mondo di colori splendenti, di ombre e luci cangianti. Non è questione di intelletto, ma, quando il cuore entra nella mente, la mente assume una qualità completamente diversa; diviene realmente illimitata, non solo quanto alla sua… Continue reading Muoversi nell’innocenza

Dalla superfice al Centro

  “La vita non è facile. Una vita vissuta nell’inconsapevolezza come potrebbe essere facile? Sei tu stesso che ti crei i tuoi problemi, scavi tu stesso delle fosse nelle quali cadrai, tu stesso erigi le mura che ti imprigioneranno. Tu sei il peggior nemico di te stesso!”     Gautama il Buddha ha detto: “Esiste… Continue reading Dalla superfice al Centro

Quello spazio chiamato fiducia

Egli ti da la sua protezione, eppure tu dormi profondamente: ebbene, è tempo, oh folle insensato, che ti svegli!          La gente non riesce a vivere senza preoccupazioni, come mai? Perché le preoccupazioni sono il cibo, il nutrimento della mente. Quando la mente vede accadere qualcosa che potrebbe farti uscire dalla preoccupazione, subito… Continue reading Quello spazio chiamato fiducia